LA STRADA DI AGOSTO, LASCIARSI CAMMINARE

29 luglio 2018Francesca P.
Blog post

Ebbene sì, ci siamo. Ci sono. L’estate, quella pulsante, in cui ci si immerge con emozione come nel primo bagno al mare di stagione, è arrivata. Mi sta invitando e tentando. A raggiungerla. Ad avvicinarmi. Ad attraversarla. A stringere ogni maglia.

Il suo cuore è aperto, come un’anguria che mostra tutto il suo rosso e il suo succo. A me non resta che mangiarla. Dissetarmi. Prendere i semi e usarli come molliche, per disegnare la strada. Ancora strada, altra strada. Continuare quella iniziata, aggiungere la nuova. Camminare e lasciarsi camminare. Sia a piedi nudi sulla sabbia, con orme decise, sia con sandali rosa antico, su vie di posti belli.

La strada di agosto. La strada di un inizio grande. La strada di quello che non so… e per fortuna. Beato chi sa cosa lascia e non sa cosa trova

La strada di un 4. Di un 4 nel 4. Il mio numero, il 4, vestito doppiamente a festa. Con uno 0 come un fiore nell’asola.

La strada di un decennio che un po’ mi intimorisce, ma molto – e di più – mi incuriosisce. Il bicchiere, io, lo vedo mezzo pieno. Lo sguardo lo ha capito. Che il contenuto, nel vetro, esalta i riflessi. Che è meglio la sostanza, che il vuoto.

E quindi, la ricetta con cui vi saluto per la pausa estiva, non a caso, si può mettere benissimo all’interno di un bicchiere. Per colmarlo, per renderlo vivo, per assaporare il fresco, per sentire quello che c’è dentro.

Vi lascio una granita, tanti cristalli di ghiaccio che si sciolgono sulla pelle calda. Con un brivido. E poi c’è il vino bianco, perchè con la testa più leggera e libera, in certi momenti, aumenta il piacere.

Il piacere di lasciarsi andare. Di farsi (tras)portare. Di vivere ogni attimo, raccolto come le more selvatiche in cui mi sono imbattuta giorni fa nel mio cammino (in) verde. Dopo i fiori di gelso e dopo i fiori di camomilla, ecco altre sorprese. Altro stupore. Altri sorrisi.

Altre cose che non si cercano, ma vengono incontro. Da sè. Beato chi sa che poi troverà…  

 

 

Buona estate, buoni respiri, buona lentezza, buoni scatti (anche in avanti), buoni brindisi, buon coraggio, buone conquiste, buona luce alta… buon Tutto!

 

GRANITA ALLE PESCHE E VINO BIANCO CON MORE

 

3-4 pesche gialle (o bianche)

200 ml di vino bianco (o Prosecco)

60 ml di acqua

60 ml di zucchero di canna

Il succo di un limone

More (a piacere)

 

In un pentolino, mettete l’acqua con lo zucchero e scaldate, fin quando lo zucchero si è sciolto, formando uno sciroppo. Fate raffreddare. Lavate e sbucciate le pesche, tagliandole a pezzetti. Frullatele insieme allo sciroppo, al succo di limone e al vino.
Versate il composto in un recipiente adatto al freezer, mettetelo a congelare per circa 2 ore e poi mescolatelo più volte, ogni 30 minuti, usando una forchetta per frantumare e formare la granita, fino a ottenere la consistenza che preferite.
Servite la granita decorandola con le more… e se siete golosi, aggiungete anche la panna!

 

 

Ci rivediamo a settembre, ci ri-troverete ognuno al proprio posto!

 

32 Comments

  • zia Consu

    29 luglio 2018 at 18:22

    Finalmente riesco a passare, è stata una settimana molto pesante ma fortunatamente trovo qualcosa di fresco che riesce a rigenerarmi ^_^
    Buone vacanze cara Franci, anche noi ci ritroverai qui ad attendervi <3

    1. Francesca P.

      29 luglio 2018 at 23:11

      Ti lascio in freezer varie coppette, così puoi prenderle tutte le volte che ne avrai bisogno… anche di notte! 😉
      Faccio un salto e un tuffo altrove, ma a presto! Ed è bello sentirti dire il “noi”, così immagino due occhietti piccoli e curiosi che fissano lo schermo e vogliono acchiappare i gatti! 😀

  • Claudia

    29 luglio 2018 at 19:18

    Al di là del fatto che al momento me la spalmerei addosso, questa granita, invece di mangiarla (caldooo!) (no, non è vero, non potrei mai sprecarla così, lo sai :)), sorrido perché proprio stamattina ho mangiato more direttamente dal cespuglio, come mi capita di fare da un paio di settimane quando trovo i primi frutti maturi, e subito dopo, tornata a casa, ho programmato un post social per domattina, per ricordare che il raccolto è vicino e ripubblicare la ricetta della marmellata, che è la mia preferita in assoluto tra le mille conserve di frutta possibili. Adoro le more! Adoro le pesche! E quindi l’avrai capito, mi piace tanto questa ricetta, mi sa che mi ispirerai anche stavolta 😉

    Buona estate Fra, buon viaggio, buon(i) 4, buon tutto a te! E quel tuo “buon coraggio” sa già di Francia, se conosci un po’ la lingua sai che è un’espressione molto usata, la trovo molto bella.
    À bientôt!

    1. Francesca P.

      29 luglio 2018 at 23:19

      Come la vedi una bella maschera di granita? Fa bene al viso e alla pelle, tu che sei esperta di certe cose? 😀
      Trovare le more e rubarne subito qualcuna mi mancava tanto… a Roma, poi, mai successo! Lego questo ricordo alle vacanze estive in montagna, da bambina e da ragazzina… Villa Ada mi ha dato la possibilità di rifarlo alla fine della decade con il 3 e adesso mi toccherà farlo da 40enne, al prossimo giro! Ho scovato questi cespugli in un punto nascosto, come avessi trovato un tesoro… 🙂 Se ne avessi raccolte ancor di più, avrei fatto la marmellata senza dubbio… mi godrò il tuo post, assaggerò tutto da lì! Felice di questi parallelismi di ingredienti e di gusti…
      La Francia è vicina, già le strizzo l’occhio… ora consumo granite e resto in leggerezza, sapendo tutti i croissant e i dolci che mi aspettano! 😀
      Buona estate, Claudia… dai uno sguardo ai felini, mentre sono via?!

      1. Claudia

        30 luglio 2018 at 17:42

        Ti devo ri-rispondere per forza per dirti che:
        – Stesso ricordo, in tema marmellata di more. Ed è così caro, che è nella dedica di apertura del mio libro uscito questa primavera sulle conserve di frutta (invece, nel libro dello scorso anno, una ricetta con le pesche c’è, come poteva mancare? E’ uno scrub però, col cocco e l’olio di mandorle dolci, una goduria!)
        – E sui felini: sappi che penso spesso a te e Tarallino ultimamente, anzi, volevo proprio mandarti una foto uno di questi giorni. I miei vicini hanno accolto un cuccioletto, tutto rosso come lui, che avrà 5-6 mesi ora e viene tanto volentieri ad affacciarsi e dormicchiare nel mio terrazzino sul retro. E’ morbido morbido e ha splendidi occhi color rame, lo adoreresti. Io me ne sono completamente innamorata, da quando ha deciso di accordarmi la tua fiducia. Così ora posso fare il pieno di fusa anche io tutti i giorni, sai bene che gioia sia 🙂
        A presto!! E mangia croissant, dolci e soprattutto baguette campagne anche per me!

        1. Francesca P.

          31 luglio 2018 at 12:42

          Questi sono ricordi succosi, come certa frutta… piccola, delicata, profumata e preziosa! Il prossimo anno, come buon proposito, ho quello di tuffarmi dentro tutti i cespugli di villa Ada per fare una raccolta abbondante, da chiudere poi dentro un barattolo! Mi hai fatto aumentare la voglia che già avevo… 🙂
          Sono felice del nuovo amico a quattro zampe, goditelo tutto… la fase della conquista e della fiducia è bellissima, quando si stabilisce il contatto e si rompe la diffidenza! Claudia, è destino… senza gatti troppo a lungo non puoi stare! 😉 Buone fusa, che il rumore ti accompagni insieme a quello delle cicale!

  • Anna

    29 luglio 2018 at 19:46

    Io resto qui, lo sai, e con tutto il cuore ti auguro di poter godere appieno, ogni giorno, del calore e delle magie della “tua” stagione…
    Quest’anno, poi, farai il salto nel 4: sul portone ti aspetta la maniglia, lucidata a puntino… Ti ci potrai specchiare, e vi scorgerai il riflesso dei tuoi sogni e “Altre cose che non si cercano, ma vengono incontro”…
    Buon tutto a te, Francesca, sarà bello aspettarti… lo farò con la certezza che, al tuo ritorno, sarai più “ricca”. Di colori, di esperienze, di incontri, di strade… E di parole, trattenute a stento, meditate, coccolate… e pronte a prendere il volo!

    Buon tutto a te, amica mia!
    Anna

    1. Francesca P.

      29 luglio 2018 at 23:29

      Tu resti, cara Anna, ma vieni anche un po’ con me… le persone speciali si fanno piccole piccole ed entrano in valigia, o nelle tasche, o in borsa… 🙂 E ti vedo, accanto al portone, che con gli occhi e un sorriso complice e incoraggiante mi inviti a premere la maniglia e ad entrare in un giardino di cui scoprirò piante e fiori… vedremo l’effetto che mi farà! Tutto quello che sarà lo metto nello stesso cestino in cui ho adagiato le more, dopo averle prese…
      Le ali sono aperte… e apri anche le tue, magari mi raggiungi! Buon agosto, qualsiasi cosa farai… io vado via per un po’, ma il blog è sempre qui… allunghi la mano e lo (mi) trovi…

  • emanuela

    29 luglio 2018 at 20:50

    Arrivo qui.. e leggo la data..la leggo perchè è la MIA DATA.
    29 luglio..nel pieno schioppo di sole alle 15.00 ho messo il mio piedino fuori (anzi la mia testolina rossa/arancione) ed ho incontrato la vita. Io sono ancora al 3 seguito da un altro 3 oggi.
    E’ meglio la sostanza che il vuoto.
    Mi ero persa Fra .. di nuovo, ancora..me ne sono accorta ..lentamente stava succedendo ancora..poi una mia amica mi ha scritto un messaggino…”ti ho vista dimagrita non fare la scema, mangia” ed è come se.. mi fossi specchiata ..come se mi fossi vista davvero, perchè io si, mi osservavo,ma non mi vedevo o non volevo vedere..
    Mi stavo lasciando andare..di nuovo…le braccia più secchine quel petto più asciutto…Perchè purtroppo a me succede così..perchè io sono maledettamente bramosa d’amore da parte degli altri che il menefreghismo, il disinteresse, l’assenteismo…mi svuota… io non riesco a bastarmi da sola..io non riesco ad amarmi ancora…non ne sono capace… ed è brutto Fra..tremendamente brutto..perchè vedi…resti da sola e rischi di affondare giù..
    Però… me ne sono accorta e adesso sto cercando di invertire la rotta.. e di volermi un po’ bene….anche perchè nel testo sullo yoga che sto studiando adesso, ho trovato scritto “il corpo è l’unico strumento che abbiamo per stare al mondo: dobbiamo quindi averne rispetto, cura ed amore”. Questo nel testo era riferito ovviamente alla pratica..però..me lo sono scritta su un foglietto e attaccato sul comodino..proprio appiccicato con lo scotch.
    E piano piano cerco di aggiungere più molliche nel mio percorso/piatto ..però più molliche che piacciono a me croccanti, biscottose, yogurtine e fruttine…

    Mi sono anche chiesta perchè.. perchè sono così insicura,incapace di volermi bene,perchè ho così BISOGNO DEGLI ALTRI per sentirmi meritevole di stare al mondo..perchè NON ME LO DICO DA SOLA, perchè NON CREDO IN ME… Ma la risposta non ce l’ho.. non l’ho trovata.. purtroppo.
    Scusa Fra… il mio cuore ancora non è a posto. lo sarà mai? come faccio ad imparare a volermi bene? a riempire il MIO BICCHIERE DI FORZA, CORAGGIO, GIOIA, AMORE,BELLEZZA, SPLENDORE E LEGGEREZZA?….
    Io sono felice per te..credimi davvero… non volevo buttar fuori tutto così..

    Belle le more, mi ci sono imbattuta anche io, sai? ed attendo il momento giusto perle mele..le ho adocchiate, ma se stanno su ancora un po’ è meglio, anche se la tentazione da scimmia ce l’ho eh?!
    Allora Fra, io ti aspetto qui e cerco di volermi bene, non solo nel piatto, ma anche nel cuore..cerco di imparare ad ascoltarmi… <3 speriamo.
    Grazie per questo regalo meraviglioso, hai scelto ingredienti e ricetta tra i miei preferiti… le more che sono asprigne e la granita che è croccante <3 .
    Sei un cuore pulsante bellissimo.
    Con affetto
    Manu

    1. Anna

      29 luglio 2018 at 21:54

      Buon compleanno, Manu! E ce lo dici così, all’improvviso e di soppiatto?!?
      Eppure, noi stavamo qui, pronte per farti gli auguri… e abbracciarti. Che non sei sola, Manu, ricordalo!
      Allunga la mano, e afferra le nostre… non affondi, vedi?
      Io non sono nessuno, non so nulla, non ho pretese di capire e spiegare… ma vedo te, una bellissima persona, profonda, spiritosa, attenta, curiosa…
      Ecco, vorrei farti questo regalo, stasera: che tu ti possa guardare con gli stessi occhi con cui ti guardo, e vedo, e sento io…
      Un abbraccio grande!
      Anna

      1. emanuela

        30 luglio 2018 at 8:34

        Tu sei la MIA ANNA… Tu sei l’ANNA DEL MIO CUORE… e grazie…perchè CI SEI… ECCOME SE CI SEI…GRAZIE PER TENDERMI LA MANO e la tua presa salda…(perchè è forte e salda…LA SENTO).. GRAZIE per vedermi così…meravigliosamente bella….grazie….

    2. Francesca P.

      29 luglio 2018 at 23:41

      Vedi, Manu, come la vita fa incastrare le cose, i numeri, le date, gli eventi… le parole e soprattutto le vite? Oggi è una giornata speciale, per te… e io ci sono, con un regalo a forma di more e tanti cristalli ghiacciati che rinfrescano il viso e la testa piena di pensieri, che ha bisogno di quietarsi e raffreddarsi un po’… so che alcuni momenti sono difficili, ma so anche che non hanno la meglio, se noi teniamo le mani salde sul timone, sul mestolo, sul timer del forno, sulle vele aperte, sul diario in cui annotiamo tutto quanto…
      Volersi bene è una conquista giornaliera, lenta, graduale, che non procede con ritmo regolare… è fatta di andate e ritorni, di oscillamenti, di sbalzi, di passi avanti ed indietro e persino di passi falsi, a volte… ma se il processo e il cammino sono iniziati – e sì, sono iniziati, tu lo sai! – non devi temere nuvole e buio, o di inciampare e di cadere… perché sai rialzarti, sai ritrovare il sole, sai riprendere la scala che ti porta sui rami più alti, per raccogliere le mele più buone! Sei giovane e stai già facendo tanto per te stessa, reagisci, rifletti, ti metti in moto, lotti… su un foglio scrivi le cose in cui sei cresciuta e migliorata, ecco un altro compito per l’estate! 😉 E ricorda, il cuore è il muscolo più vivo che c’è, risponde ad ogni impulso, è tenace, testardo, pieno di sangue, non si arrende… fidati di lui e fidati di te, se vi prendete per mano, insieme, siete una coppia forte!
      Mi raccomando, sappi che ti “veglio” anche a distanza… e quando ti senti giù, vieni a ri-pescare qui ciò che vuoi e serve per un carico di positività, prendi i bicchieri pieni e gioca con Ulisse e Tarallino che fanno sempre, sempre riacquistare il buonumore!
      A presto presto!

      1. emanuela

        30 luglio 2018 at 8:42

        TU.. TU… SEI UN ANGELO CADUTO DAL CIELO..
        che come me le dici tu le cose…nessuno mai…
        Che meravigliosa fata felina sei…?!
        Grazie..
        Torno torno… sempre e per sempre…
        Per trovare freschezza, leggerezza e pace….
        buon viaggio Fra.
        dal cuore…
        Manù

        1. Francesca P.

          31 luglio 2018 at 12:26

          Manu, grazie con lo stesso cuore… non mi sento un angelo, sono solo una donna in volo, in rinascita, in crescita, molto più terrena e “carnale” di quello che si può pensare! 😉 E amo trasmettere, condividere, parlare, scambiare energie positive, avere dialoghi e rapporti di un certo tipo… anche sul blog, perchè qui c’è tanto-tantissimo di me e tutto quello che faccio e dico è come se fosse “dal vivo”, tutto reale e tutto sincero! Certe cose si sentono, tra le persone, quando ci sono… altrimenti non saremmo qui! 😉

          1. emanuela

            4 agosto 2018 at 14:32

            Franci.. buon compleanno…sono le 14.14 del 4 agosto e apri il portone del/i 4 …
            Io so’ che tu sei viva, terrena, (ro)tonda, piena, di pancia e di sostanza ma la tua bellezza, il tuo cuore la tua anima ti rendono un essere meravigliosamente angelico perchè sono gliangeli che hanno la capacità di vedere al di là del vetro… di entrare dentro la profondità del cuore attraverso la porta degli occhi, anche quando sono velati di pianto e quindi è necessario scostare un pochino la tendina per poter passare…
            Tu che mi dici NUTRITI e non “mangia”,
            ASCOLTATI e non “forzati”
            PROVACI ED AMATI….
            AFFERRA LA MIA MANO E NON AVER PAURA ..IO SONO COMUNQUE QUI e non “fai da sola”

            questo è essere amorevoli, essere angelici….è avere CUORE… ed è quello che è importante per me.. sai che martedì sono stata ad Arezzo per la terapia e lui mi ha detto una cosa che mi ha fatto pensare a te: “occorre impegno e costanza sempre..anche quando le cose vanno bene” … e tu… .”Volersi bene è una conquista giornaliera, lenta, graduale, che non procede con ritmo regolare… ”
            Torno qui oggi e faccio io il mio regalo a te… il mio piccolo raccolto di more e mele è cominciato… acuito lo sguardo, affinato l’olfatto..apro le braccia ed il cuore alla natura…
            Quanto mi cura la natura.. quanto son stata bene ieri… e quanto senti se ti predisponi…
            devo imparare a farlo anche per l’interno… anche per il mio cuore.. voglio che inizi la MIA stagione di (A)more.. con tutto quello che può venire..
            Buon compleanno..
            buon (A)more..
            Manù

  • alice

    30 luglio 2018 at 21:09

    Ti auguro tante cose belle, sulla tua strada.E tante more lucide e succose, ancora calde di sole 🙂

    1. Francesca P.

      31 luglio 2018 at 12:28

      Alice, grazie mille… ricambio! Tu hai davanti una strada che porta a cespugli e frutti meravigliosi, coglili tutti, non farti scappare neanche una goccia di succo viola e di gioia! 😉

  • Anonimo

    31 luglio 2018 at 13:11

    carissima, prendo una pausa venendo a trovarti, qui c’è il fresco che cerco e la frutta succosa che soddisfa e disseta.Avrei voglia di scappare ma il susseguirsi anche gioioso ed interessante del mio lavoro mi permetterà qualche giorno di riposo solo dopo la metà di ottobre.Ospiti che arrivano estranei e ripartono amici è per me una cosa bellissima, la mia città accoglie e nutre l’anima con cose splendide da scoprire. Stanca ma contenta è così che mi sento e questi pochi minuti a leggerti mi fanno star bene, un abbraccio e buone vacanze !

  • Chiara

    31 luglio 2018 at 13:12

    ero io….

    1. Francesca P.

      31 luglio 2018 at 15:42

      Condividi questa pausa e questa coppetta, che con il caldo che c’è anche oggi ci sta tutta! Ti sento contenta davvero, hai aperto le braccia ad una novità impegnativa ma che dà soddisfazioni, è un affaccio ampio sul mondo, sulle persone, sul concetto di “ospitare” e di dare agli altri… a ottobre ti godrai al massimo il riposo, tutto al momento giusto, adesso è il tempo di fare-fare-fare… anche le tue buone torte da credenza! 🙂
      A presto e buon proseguimento!

  • Silvia

    31 luglio 2018 at 18:36

    Mancano poche ore e saluteremo agosto! Qui c’è un caldo pazzesco e ormai si avverte stanchezza, si cerca di reggere fino alle tanto meritate vacanze! Questa strada per me é ancora lunga e purtroppo incerta, potrebbe cambiare ancora. terrò la pausa estiva per riflettere, anche se cercherò in tutti i modi di lasciarmi andare al contatto con la natura, con il nuovo, con la gente che incontrerò, e forse capiró cosa accettare e cosa cambiare. Le pause estive però devono essere parentesi leggere, perché altrimenti non vale giusto? Allora lasciamo che il tutto succeda, senza pensarci troppo! Buona vacanza Franci, tornerò a trovarti, puntuale, al ritorno. Un abbraccio 🤗

    1. Francesca P.

      1 agosto 2018 at 20:43

      Fa caldissimo anche qui… ma alla brezza del mare manca poco, per entrambe! A te aspetta un’isola e un’esperienza “coraggiosa”, a me una doppia meta conosciuta, ma vissuta in modo nuovo sotto vari aspetti… in comune, ci sono salti, tuffi, passeggiate dentro l’ignoto, scoperte, sfide personali, tappe interiori che accompagnano quelle geografiche… avanti tutta, Silvia! Sarà bello sapere e raccontarci come va, anche in diretta, magari attraverso le immagini, facendo l’una il tifo per l’altra! Se è vero che non si può prevedere cosa succede (e per fortuna…), è altrettanto vero che ho sensazioni positive, fiuto settimane importanti, formative, che tanto insegneranno… senza pensarci troppo, hai detto bene, la razionalità, almeno in parte, lasciamola a casa… ci si lanciaaaa! 😉

  • m4ry

    1 agosto 2018 at 12:46

    Oggi è il primo agosto… e forse non è un caso che io arrivi qui proprio oggi. Ma ormai, abbiamo capito che nulla è per caso… agosto è il tuo mese, il mio mese e ce lo godremo. Ci lasceremo andare e accoglieremo con gioia, serenità e piacere tutto quel che verrà per come ci arriverà… Ricordi? Il respiro del ricevere 🙂
    Vado via con una coppettina colma della tua granita… e le pesche, ultimamente, le sto mettendo ovunque 😉

    1. Francesca P.

      1 agosto 2018 at 20:52

      No, amica mia, non è un caso… il nostro puzzle si compone sempre di più, pezzo per pezzo. Agosto ci darà una mano per andare avanti, per trovare altri incastri, per definire e svelare il disegno, pian piano, fino a completarlo… non vedo l’ora di raccogliere cartoline, momenti, click… anche insieme! Sento, percepisco proprio l’importanza e il valore che oggi ha, questo nostro mese… è sempre stato così, ma quest’anno ci sono molte sfumature e molte valenze in più! Chissà se mangeremo pesche anche tra qualche giorno, di sicuro si mangerà tutto quello che di bello ci sarà… 🙂

  • Terry

    1 agosto 2018 at 13:46

    Non so se è oggi o domani il tuo compleanno. Ad ogni modo tanto auguri anima bella. Sei a un traguardo importante della tua vita e vedrai che da adesso in poi il tempo correrà veloce come un maratoneta. Non te ne renderai nemmeno conto … e allora buon traguardo, buona ripartenza, buona vita! Io mi prendo la mia coppetta e mi accomodo al mio posto, quello pieno di luce vicino alla finestra. Così mi faccio fare le fusa da Tarallino che sicuro arriverà curioso. A te do un abbraccio grande grande. Ci ritroviamo al tuo ritorno

    1. Francesca P.

      1 agosto 2018 at 20:59

      Terry, il portone del 4 si aprirà sabato… ho messo lo spumante in frigo, anzi in valigia! 😀 Sì, so che mi aspetta qualcosa di grande… e sai la novità? Non mi spaventa come valeva fino a qualche tempo fa… mi fa effetto, quello sì, e anche tanto, ma sento tutti i benefici del percorso fatto fino a qui, che mi fanno arrivare “carica” all’evento, con tante consapevolezze nitide e una voglia pazzesca di prendere, vivere, trovare… a più non posso! Da giovani si fa tutto con meno lucidità, ora invece mi rendo perfettamente conto della realtà, di come sono, di cosa voglio… e mi piace – e mi piaccio – anche di più! Una donna che indossa bene i 40 ha taaaanti assi nella manica come tu mi insegni! 😉
      A presto, il tuo posto non si sposterà neanche di un centimetro!

  • Anna

    4 agosto 2018 at 12:18

    Ed eccoci al giorno 4. Il giorno del tuo salto nel 4…
    Tanti auguri, Francesca!
    Anna

    1. Francesca P.

      11 agosto 2018 at 21:30

      Sono a Roma di passaggio, ti rispondo ora ma sappi che ho letto il commento il giorno stesso del compleanno e ho sorriso molto… perchè in un giorno speciale ci sei stata, mi hai pensata e mi hai fatto sentire la presenza! Queste cose, per me, sono un regalo vero e prezioso… 🙂
      A presto e buon proseguimento d’agosto, amica cara!

  • emanuela

    4 agosto 2018 at 20:48

    Io e l’Annina… assieme.. nel tuo giorno.. qui con te..
    Buon compleanno… il TUO compleanno..
    Manu

    1. Francesca P.

      11 agosto 2018 at 21:33

      Manu, quello che ho scritto ad Anna vale anche per te… ho ricevuto il tuo messaggio e mi sono detta contenta che chi ci tiene te lo fa sapere in ogni modo, con ogni mezzo… e che davvero abbiamo creato un legame bello, profondo, sentito… come piace a me e come voglio continuare a fare, sempre di più! Grazie, di cuore… e buona estate, ha ancora vari colpi, che siano di sole o di fulmine… 😛

  • Serena

    6 agosto 2018 at 9:36

    Francy cara non so quel 4, ripetuto 4, dove ti porterà ma sarà comunque una nuova strada e un nuovo percorso che svelerà angoli sconosciuti e che ti auguro possano sorprenderti piacevolmente. Per cui auguri di cuore sono certa che sarà un tratto di vita da gustarsi come questa granita. E’ deliziosa con il vino bianco (mi sembra giusto per brindare), usarlo per la granita è una “chicceria” come si dice in slang borghese 😉 Le more poi le adoro mi lasci quindi con una tentazione!
    Io non credo di mettere il blog in ferie ho tanto arretrato da scrivere, sono stata molto girandolona con tour ed eventi per cui avrò molto da lavorare e ancora qualche ricetta ancora da pubblicare per scadenze. Ti aspetto al tuo rientro, buon compleanno buone ferie buon tutto! A presto

    1. Francesca P.

      11 agosto 2018 at 21:39

      Serena, grazie per l’augurio e le parole! Il viaggio dentro al nuovo 4 è appena iniziato, ma già ne sento il sapore e mi piace, perchè sa di buono, sa di scoperte, sa di prime volte… mi eccita tutto quello che non so e che può succedere, la valigia è piena di cose vissute ma, per certi versi, anche più leggera… e avanti tutta, con granita, strade nuove e sorprese! 🙂
      Buona estate, tra casa e lavoro, prendendo anche il lato bello… quando c’è passione e il cibo di mezzo, la fatica si sente meno! 😉 Un abbraccio e a presto!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post