• LA VOCE DEL CAVOLO VIOLA

    18 marzo 2018Francesca P.

    Mi piace scrivere, comunicare, esternare. Ma anche interiorizzare alcune cose, lasciarle coperte sotto il panno insieme ai lievitati, (trat)tenere qualche segreto, proteggere l’intimità di alcuni pensieri. Mi piace condividere, aprire la finestra, accogliere. Ma anche vivere i miei momenti, avere a volte la serranda un po’ abbassata, ridefinire spazi come quando si sistemano e si…

    Continue Reading
  • TRA DUE STAGIONI DA ANNUSARE

    25 febbraio 2018Francesca P.

    “annusare v. tr. [alteraz. di annasare, prob. per incrocio con muso]. – 1. Odorare, fiutare qualcosa chiudendo la bocca e aspirando forte l’aria col naso; 2. fig. Indovinare, intuire, capire quasi all’odore” Annusare fa rima con sentire, anche se le desinenze dicono di no: ha ragione l’istinto, non la grammatica. 

    Continue Reading
  • LA FARINA CHE INDOSSO OGGI

    18 febbraio 2018Francesca P.

    Mi piace aprire la dispensa e decidere con calma quale farina indossare, in base all’umore, all’estro, alle voglie del momento. Spalancare lo sportello e avere davanti tutti quei barattoli, come capi ben sistemati, magari in base alla tipologia o al colore. Un parterre ampio, che invita alla scelta dopo una piccola riflessione oppure a istinto,…

    Continue Reading
  • LA TENEREZZA E LA SUA FORZA

    11 febbraio 2018Francesca P.

      “Essere teneri è essere potenti” (Rupi Kaur, dal libro “Milk and honey”)   Bella parola, “tenerezza”. Si scioglie in bocca come una caramella al miele ed è abbastanza lunga per fare un giro di sciarpa, intorno al collo. Si scandisce bene nella parte iniziale e poi fa un salto nel finale, usando la doppia…

    Continue Reading
  • GLI OCCHI PARLANO. E ANCHE LE VELLUTATE

    12 novembre 2017Francesca P.

    Somigliano a un mondo da accarezzare, da prendere e da cingere con le mani, con quella bella e levigata sensazione di completezza e rotondità: penso (a) questo, mentre guardo le zucche che colorano i giorni di novembre e dal novembre assorbono l’arancione, trat-tenendo il suo calore. 

    Continue Reading
  • RAGGI DI SOLE (E DI SPAGHETTI VEGETALI) DA INTRECCIARE

    11 giugno 2017Francesca P.

    Chi ti cerca è il sole, non ha pietà della tua assenza il sole, ti trova anche nei luoghi casuali dove sei passata, nei posti che hai lasciato e in quelli dove sei inavvertitamente andata (…) Nessuna ora sua è vanificata. (Mario Luzi) Ho sempre pensato che fossimo noi a cercare il sole, a seguire le…

    Continue Reading
  • QUEL “TOC TAC” INCONFONDIBILE

    14 maggio 2017Francesca P.

    C’era un tavolo, tondo. Una luce soffusa. Una ciotola di plastica, gialla, un po’ rigata. C’era un sacchetto, di carta stropicciata. C’erano mani pazienti, che non avevano fretta. C’erano pomeriggi silenziosi o sere lente. C’erano gesti, precisi, sicuri. Come un rito, qualcosa che si sa e si torna a fare, in modo ripetuto ma non…

    Continue Reading
  • L’ESSENZ(I)A(LE) DELLE ERBE AROMATICHE

    26 marzo 2017Francesca P.

    Tra fine marzo e inizio aprile, le aspetto ansiosa. So che torneranno, che non si faranno desiderare invano, che sanno regalare il piacere delle piccole certezze che rendono un po’ più profumato il qui e ora.

    Continue Reading
  • DEDICATO ALLE DONNE-ZUPPA

    19 febbraio 2017Francesca P.

    Accoglienti, generose, confortanti: le donne-zuppa sono così, trasmettono calore, riempiono, coccolano. Non sono scontate e giocano con gli ingredienti, cercano sempre nuove idee, amano la creatività, assaggiano e sperimentano. 

    Continue Reading
  • LEGGERA E LIBERA

    22 gennaio 2017Francesca P.

    In questo weekend, Roma ha preso dal freezer il clima e l’ha messo a scongelare un po’ nel forno, riprendendosi le sue temperature che erano scappate altrove. Sabato mattina sono uscita nel sole, levando dalla testa, dopo giorni, il cappuccio del piumino, allentando il nodo della sciarpa viola e ritrovando quella piacevolezza che la mia…

    Continue Reading
1 2 3 5