PAUSE CREATIVE

20 maggio 2018Francesca P.
Blog post

Stanno scivolando veloci, questi giorni. E pieni. Di nuove finestre a cui affacciarsi, di scatti non solo per il blog, di appuntamenti, di cose da incastrare. Di impegni, di Vita, di lanci, di prime volte. Di piante che crescono, di rose da annusare, di colazioni in balcone che danno la giusta energia.

Ci vediamo la prossima settimana… e un abbraccio a chi (so che) passerà!

24 Comments

  • Anna

    20 maggio 2018 at 19:35

    Contenta per te, che questo maggio ti stia regalando giorni pieni di Vita, di scatti non solo per il blog, di prime volte.
    Appuntamento alla prossima settimana, cara Francesca, scivolano presto i giorni se li riempiamo di abbracci…
    Anna

    1. Francesca P.

      21 maggio 2018 at 12:50

      La luce insolita di questo mese è complice… e voglio seguirla, vedendo dove mi porta! 🙂
      Amo dedicarmi a questo mio/nostro spazio con calma… e allora preferisco aspettare, per esserci comevoglioio. A presto! :*

  • Cristina

    20 maggio 2018 at 20:38

    Sono sul treno di ritorno da Venezia e sono venuta sul blog per leggerti e trascorrere un po’ di tempo piacevole con le tue parole; me le riserverò per la prossima settimana cara Francesca! Un abbraccio :*

    1. Francesca P.

      21 maggio 2018 at 12:55

      Bello sapere che mi cerchi anche quando sei in viaggio, sulla strada di casa… una lettura “da treno”, che bel pensiero! 🙂 Io ho già la ricetta in caldo, mentre aspetto il tuo post veneziano!

  • zia Consu

    20 maggio 2018 at 20:42

    Che bella questa ventata di aria fresca e stimolante 🙂 Buona settimana e a presto <3

    1. Francesca P.

      21 maggio 2018 at 12:56

      Mi piace assecondare il vento e il suo senso… 🙂 Buona settimana a te/voi! :*

  • Sara

    20 maggio 2018 at 23:58

    Noi siamo qui ad aspettarti 😉
    Intanto good luck…

    1. Francesca P.

      21 maggio 2018 at 12:57

      Le sedie del blog/bistrot non sono mai vuote, anche quando c’è il cartello “torno presto”… 🙂

  • Chiara

    21 maggio 2018 at 6:55

    Rilassati, divertiti e ritorna carica di energia positiva, un grande abbraccio !

    1. Francesca P.

      21 maggio 2018 at 12:59

      Chiara, il tempo di finire alcuni lavori e di ricamare cose belle… e poi si sgranocchierà insieme, domenica prossima! 😉

  • ipasticciditerry

    21 maggio 2018 at 14:44

    Ok, va bene ti aspetto. So che mi porterai nuova luce e nuovi scatti e nuove parole e io tornerò per godermele. Intanto che sono passata però, vado indietro a guardarmi un po’ della tua luce, tanto non disturbo, vero? La mia sedia è sempre lì, vicino alla finestra. Faccio due fusa ai mici e poi vado, chiudendo bene la porta. A settimana prossima tesoro, buon lavoro

    1. Francesca P.

      21 maggio 2018 at 19:24

      Non disturbi mai, Terry! Porta sempre aperta per te, Tarallino pronto in postazione tavolo o divano, forno acceso e finestra che lascia passare tutta la luce che c’è… e quando non è come vorremmo, ce la inventiamo! 🙂
      A presto, con foto che sì, ti piaceranno, lo so già!

  • Ile

    21 maggio 2018 at 14:48

    A me queste pause piacciono un sacco, perché so che nel frattempo, tra una colazione e uno scatto, Vivi.
    Vivi pienamente ogni istante, ogni impegno, ogni passo, ogni lancio. Respirando, annusando, godendo, amando.

    A presto.. :*

    1. Francesca P.

      21 maggio 2018 at 19:32

      Hai detto cose bellissime e verissime, Ile… pause per Vivere, hai proprio trovato l’espressione adatta! Silenzi così sono pieni di rumori, di fermento, di sensazioni da stringere, di partenze, di passi in più… sono qui, più presente che mai, anche nella momentanea assenza… 🙂

  • saltandoinpadella

    21 maggio 2018 at 22:04

    Che bello leggerti così positiva, carica, energica, e piena di cose belle da fare, da sperimentare, da vivere. Ci vediamo il 27 😉

    1. Francesca P.

      22 maggio 2018 at 16:07

      A volte le giornate dovrebbero durare il doppio, o forse no… meglio dedicarsi bene ad alcune cose in particolare, senza sommare tutto, diluirsele e tornare poi a fare ciò che piace con più respiro! Ci sono momenti in cui diciamo “sì” più del solito, quando ce lo sentiamo e accogliamo esperienze e novità… le torte tanto restano in caldo, oppure ci pensano le amiche a farle per noi… 😛

  • Claudia

    22 maggio 2018 at 8:30

    Un bacino anche da me…che belle le prime volte!

    1. Francesca P.

      22 maggio 2018 at 16:08

      Sì, le prime volte mettono sempre euforia, insieme a quel pizzico di paura che però è vitale e fa sentire le bollicine effervescenti nel sangue… 🙂

  • Emanuela Lupi

    22 maggio 2018 at 14:45

    Ero in ansia, Domenica, tardo pomeriggio: dopo due round di marmella di fragole, mi accorgo che non ho linea internet e la cosa che mi premeva di più era non poter entrare qui… perchè sapevo sarebbe durata un bel po’ (capirai, Domenica sera,anzi che la sistemano la linea ).
    Mi dispiaceva perchè ero sola: mamma fuori partita per un corso di tre giorni, il cane spiaggiato sul letto,che nemmeno le cannonate quando non ci sta la sua accuditrice preferita lo possono smuovere, mio fratello in camera e mio padre a vedere la partita da un amico.. SOLA, e quindi libera di entrare…. Ho dovuto attendere la mattina di ieri, sono entrata velocemente per un saluto e quando ho visto che avevi “solamente” salutato anche tu,mi sono rincuorata..quasi come a dirmi “stai tranquilla che non ti sei persa nulla,” che poi posso comunque venire quando voglio, ma la Domenica mi piace sempre e se riesco faccio il possibile per prendermi questa coccola serale…
    Brava…Franci.. corri, corri, sorridi, bagna i capelli sotto la pioggia, prendi un gelato al sole, siedi sulle panchine, respira,annusa l’aria e i fiori…tuffa il viso in un mazzo di finocchietto selvatico, sporca le mani curandole tue piantine… io sono pronta a conoscere le tue nuove avventure… con un libro ed una fetta di torta…
    un abbraccio
    Manu

    1. Francesca P.

      22 maggio 2018 at 16:04

      Ho volutamente avvisato che non ci sarei stata questa settimana, perchè sapevo che le persone più affezionate (e a cui io tengo di più, è tutto reciproco!) sarebbero passate… e volevo che venissero trovate queste righe e questa tazza a pois, come tracce di una (mia) presenza che c’è comunque… perchè non si è mai soli quando si tratta di scambio, di condivisione, di appuntamenti che si mantengono e di legami… ecco, un piccolo gesto e pensiero che però conta, quando si crea davvero un bel cerchio – e circolo – d’affetto! Qui questo respiro, con alcune di voi… 🙂
      Sai che ho tuffato il viso nei fiori di camomilla, dopo quelli di sambuco del post scorso? Non volevo crederci quando li ho visti, un incontro dietro l’altro in questa primavera! Forse la natura sta sentendo quanto la bramo e la sogno… la vita è così, se la chiami risponde… se sente che ci credi, che vuoi Esserci con la E… e noi ci siamo, accogliendo tutto, nel nostro libro personale!

  • Elena Levati

    24 maggio 2018 at 11:41

    le piccole pause fanno sempre bene. se poi stai godendo delle tue little things, ancora meglio! ti aspetto! un bacino e una carezza

    1. Francesca P.

      27 maggio 2018 at 15:24

      Le little things sono sempre di sfondo a tutto, accompagnano e hanno il loro spazio… sempre sempre… 🙂
      Un bacio a te!

  • Rebecka

    24 maggio 2018 at 16:57

    E’ un maggio così bello che è un peccato passarlo al monitor. Dopo mesi di assenza, sono passata velocemente al Cottage per una ricetta primaverile e solo oggi, dopo molto tempo, sono venuta a vedere cosa accadeva alla mia amica della casetta sul lago e come immaginavo, ti ho trovata a piedi nudi, a penzoloni, proprio sull’altalena. Con l’erba che ti solletica i piedi, mentre il sole e il vento giocano con i tuoi capelli.
    Ed è bello che sia così.
    Un abbraccio dolce Gatta

    1. Francesca P.

      27 maggio 2018 at 15:28

      Il monitor, legato al blog, in un certo senso è Casa, è angolo caldo, morbido, conosciuto… è quello a cui torniamo dopo le camminate all’aperto, è il punto di ripartenza… ed è bello lasciarlo ogni tanto per questo, per tutta la sete e l’urgenza di “altro” che chiama e richiama, da vivere, sapendo che lui è sempre lì… un po’ come la nostra altalena, non è mai lontana dai passi e dai giri che facciamo! 🙂
      Un abbraccio a te, regina del bosco fiorito, tra le ciliegie!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Next Post