• L’OCRA BUSSA E CI (AC)CAREZZA

    20 ottobre 2018Francesca P.

    L’estate di agosto è grida all’aperto, voci che si (dis)perdono e vanno rincorse, come si rincorrono i palloni e gli ultimi raggi del sole, fino a tardi. Attraversano velocemente l’aria, quelle voci: le senti e l’attimo dopo già non le senti più, spinte un po’ più in là dal vento e dalla luce forte.

    Continue Reading
  • GLI OCCHI PARLANO. E ANCHE LE VELLUTATE

    12 novembre 2017Francesca P.

    Somigliano a un mondo da accarezzare, da prendere e da cingere con le mani, con quella bella e levigata sensazione di completezza e rotondità: penso (a) questo, mentre guardo le zucche che colorano i giorni di novembre e dal novembre assorbono l’arancione, trat-tenendo il suo calore. 

    Continue Reading
  • LA SOMMA DEGLI ISTANTI È DIVENTATA UN CURD

    22 ottobre 2017Francesca P.

    La vita, a volte, la vogliamo gustare come una macedonia: scegliamo i diversi tipi di frutta, secondo il momento e la stagione, uniamo più sapori e colori, tagliamo a pezzetti ciò che ci piace, decidendo grandezza e spessore, prendiamo una coppetta comoda per adagiare tutto e mescoliamo, per amalgamare e “legare” ogni cosa.

    Continue Reading
  • ENJOY THE LITTLE THINGS – L’INIZIO DI (UNA) STAGIONE

    15 ottobre 2017Francesca P.

    Il calore dell’ottobrata romana sta splendendo e dall’estate ha ereditato le sfumature più dorate, come un passaggio di consegne che somiglia ad un regalo. Sta indossando il suo vestito migliore, sta mostrando il suo profilo buono. E ci sta dando il suo momento più magico: il vento ancora tiepido che arriva improvviso e risveglia le…

    Continue Reading
  • IL RUMORE DELL’AUTUNNO CHE INIZIA

    24 settembre 2017Francesca P.

    “Ada sa che ci sono cose che, quando iniziano, fanno rumore. E quando sente quel rumore, si ferma e ascolta. Ascolta il rumore delle cose che iniziano. (…) … e, per distinguere le cose che finiscono da quelle che iniziano, aveva imparato a stare attenta. Aveva capito che le cose, quando finiscono, lo fanno in silenzio. Mentre…

    Continue Reading
  • GLI INCANTI DI NOVEMBRE

    27 novembre 2016Francesca P.

    Abbiate cura di incontrare chi non sta nel mezzo. Cercate gli esseri estremi, i deliri, gli incanti. (Franco Arminio) Chi non sta nel mezzo. Chi (ti) sceglie. Chi sa essere forte e delicato insieme. Chi salta, anche nel vuoto. Chi vola, con o senza ali. 

    Continue Reading
  • ANCHE LE MELE HANNO DELLE (BELLISSIME) CICATRICI

    20 novembre 2016Francesca P.

    Le cicatrici sono aperture attraverso le quali un essere entra nella solitudine dell’altro. (Frida Kahlo) Come fessure di una persiana, che fanno passare la luce e ridanno calore al legno. Come segni sul terreno, che tracciano un canale dove scorre l’acqua che fa placare la sete. Come impronte sulla neve alta e fresca, che scendono…

    Continue Reading
  • SPETTINANDO CIUFFI DI CAROTE

    13 novembre 2016Francesca P.

    È per rinascere che siamo nati. (Pablo Neruda) È strana la rinascita: all’inizio si muove piano, pianissimo, quasi a non sentirla. Lavora dietro le quinte, sotterranea, come una formica silenziosa che scava la sua tana. Si fa viva con piccoli colpi, a stimolare il piede per invitarlo a sollevarsi e fare un passo. E poi…

    Continue Reading
  • I MIEI RAMI PIENI DI FOGLIE

    16 ottobre 2016Francesca P.

    La continuità ci dà le radici; il cambiamento ci regala i rami, lasciando a noi la volontà di estenderli e di farli crescere fino a raggiungere nuove altezze. (Pauline R. Kezer) 

    Continue Reading
  • TRA COSE IMPARATE E PETALI DI MUESLI

    25 settembre 2016Francesca P.

    La cosa bella delle nuove cose che si imparano è che nessuno può portartele via. (B. B. King)   Come un tesoro dentro una scatola di latta, come un cestino di more appena raccolte, come una provvista di biscotti, come un salvadanaio pieno di monete: le nuove cose che si imparano si tengono vicine e…

    Continue Reading
1 2 3