Tag Archives: zenzero

FINALMENTE SALPARE – BUONA ESTATE 2017!

Agosto è lì, alla fine della strada. Dove c’è un incrocio e inizia una via larga e ariosa, alberata e con un chioschetto della grattachecca. Mi sto avvicinando e lo vedo, sempre più prossimo. Ogni giorno si accorcia la distanza tra me e lui.

(altro…)


NUOVA VITA DA BERE, COME LATTE CALDO

img_1526

Non sono più quella di ieri. Non so come sarò domani, ma posso dirti come sono oggi con i miei ieri. (Alda Merini)

Non è facile scrivere l’ultimo post che chiude un anno, con tutto quello che (c’)è stato. Ma allo stesso tempo è facile, perchè io sono una gatta da raggomitoliamo, che coltiva riflessioni e bilanci come piante di pomodori.  (altro…)


AMARSI

IMG_1712

Il calendario quest’anno mi ha tirato uno scherzo: ha fatto capitare San Valentino proprio di domenica, il giorno del nostro appuntamento settimanale. Ricorrenze e date commerciali non mi sono mai piaciute, qui giusto il Natale si festeggia con un (solo) post.  (altro…)


DOVE TROVARE PROTEZIONE

IMG_8116

Se non siete capaci di qualche stregoneria, è inutile che vi occupiate di cucina. 

(Sidonie Gabrielle Colette) 

(altro…)


RICOMINCIO DAL BIANCO

.

Ricomincio dal bianco.
Dalla voglia di luce che niente può fermare.
Dalla speranza che provo quando penso che è ancora tutto in
gioco.
Tutto plasmabile. Tutto in divenire. Tutto potenzialmente nuovo.

(altro…)


CI SARÁ TEMPO

“Preferisco
il cinema.
Preferisco
i gatti.
(…)
Preferisco
il colore verde.
Preferisco
non affermare che l’intelletto ha la colpa di tutto.
Preferisco
le eccezioni.
Preferisco
uscire prima.
Preferisco
parlare con i medici d’altro.
Preferisco
le vecchie illustrazioni a tratteggio.
Preferisco il ridicolo di scrivere
poesia al ridicolo di non scriverne.
Preferisco in amore gli
anniversari non tondi, da festeggiare ogni giorno.

(altro…)


AFFEZIONARSI

Ho un
rapporto sentimentale con ciò che mi
piace.
Non uso
mediazioni, non ho mezze misure.
Mi lascio
andare.
Mi
affeziono.

(altro…)


L’AURORA VERRA’

 

Tifo per
le donne.
Per la
loro dolcezza che al momento giusto diventa forza. Per la loro passionalità e
la priorità che danno al sentimento. Per le scelte fatte di cuore ma anche per la
razionalità che a volte è necessaria.

(altro…)


DOMANI È LONTANO SE MI AMI ORA

Cammino
spesso a naso all’insù, in cerca di finestre. Di giorno le fotografo – le mie
preferite sono quelle di Venezia coi balconi tutti fioriti e quelle provenzali,
colorate e antiche – e di sera le osservo. Quando sono illuminate e si intravedono i
soffitti, le librerie, i lampadari, i quadri. E’ bello pensare al rumore dei
piatti che si passano durante una cena, alle voci dai toni diversi in una
discussione animata, ad un tavolo su cui un bambino ha lasciato un disegno e i
suoi pennarelli, a una poltrona di velluto celeste, un po’ consumato, su cui si riposa un gatto acciambellato. Attenzione,
adesso si è affacciata una ragazza, sta ripetendo la lezione di domani. Lì
invece qualcuno sta al telefono, gesticola, ride, poi si accende una sigaretta.
Di fronte, una signora innaffia le piante, tutte le sere, sempre alla stessa
ora.

(altro…)


MAI PIU’ SENZA (PART 2)

 

Cop-pa-pa-sta. Sentite il suono? Ordinato, rigoroso, labiale.
Sto scoprendo le parole buffe della cucina.
Quella di oggi è… cocotte. Molto femminile, mi fa pensare a qualcosa di
tondo e ben riempito (pronunciate piano co-co-tte, visto com’è piena?) ed è
ormai entrata nel mio lessico culinario quotidiano. Anche i cibi che non
andrebbero messi nella cocotte, io li metto nella cocotte (e siamo a 4 volte
che l’ho pronunciata). Sono diventata cocotte-dipendente. Le cocotte a casa mia
hanno vita propria. Si sono prese un intero ripiano del mobile. Crescono, si
raddoppiano. Sono loro a chiamarmi dentro ai negozi. “Eccoci, vieni qui,
prendici con te”. Sono il mio canto delle sirene. Non riesco a non ascoltarle.
E così la famiglia aumenta, si allarga. Una volta farò una
foto-ricordo di gruppo.

(altro…)