Tag Archives: pinoli

I MIEI PENNELLI PARTICOLARI

La scatola degli acquerelli era nel cassetto di destra della scrivania, un po’ in fondo, nascosta e protetta, come si fa con le cose a cui si tiene di più. Non era un gioco come un altro, quello. (altro…)


A COLAZIONE CON LE VITE DEGLI ALTRI

IMG_6200

Da quando il balcone è (ri)nato, come vi avevo raccontato qui, le mie colazioni sono “in compagnia”: non solo del gatto piccolo che si dà appuntamento con una farfalla bianca e grigia che viene a salutare i vasi del davanzale, a cui dedica tanti miagolii con voce tremante, ma anche delle vite degli altri. Quelle che ho davanti. Ognuna con i suoi gesti, le sue abitudini, i suoi tempi, le sue facce.  (altro…)


CARO AMICO TI SCRIVO… (CON LA BIETA)

IMG_4717

Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’…

Voglio raccontarti di come le giornate in questo periodo non sono mai uguali l’una all’altra, come se ognuna fosse una nuvola dalla forma diversa che passeggia nel cielo. (altro…)


MELE CHE CONOSCONO LA DOLCEZZA

IMG_1379

Sapeva di nettare e sale. Nettare, sale e mele. Polline, stelle e cardini. Sapeva di racconto di fate. Ragazze-cigno a mezzanotte. Panna sulla punta della lingua di una volpe. Sapeva di speranza. 

(da “La chimera di Praga” di Laini Taylor)  (altro…)


IMPRESSIONI DI SETTEMBRE

Mi
piace questo settembre romano che abbraccia l’estate e non vuole farla andare
via.
La tiene stretta, quasi a cullarla, perché sa che presto inizierà a
sentirne la mancanza.
E allora la guarda e se la dipinge dentro gli occhi, per
non dimenticarla. (altro…)


UN PO’ D’ESTATE DENTRO L’INVERNO… E BUON NATALE!

A volte
mi rivedo seduta per terra, sul tappeto, a impacchettare regali scegliendo per
ognuno una carta e un biglietto diverso, oppure a fissare incantata l’albero
con le luci a intermittenza, contando i secondi che separano il buio dalla
luce. O ancora, a leccarmi le dita che sanno di miele dopo aver mangiato gli
struffoli fatti a mano da mia nonna, o a sistemare le candele che con il loro
calore fanno girare gli angioletti del mio centrotavola preferito.

(altro…)


SUPERMAN IN AIUTO DEI SECONDI

_MG_2121Una delle
mie foto preferite di sempre l’ho fatta ad una coppia sul muretto del
Gianicolo, nella mia città. Due stranieri all’ora del tramonto hanno preparato
un aperitivo sorvolando i tetti di Roma, con una bottiglia di vino rosso, un
tagliere, due calici. Intorno a loro, come una cornice, un cespuglio di fiori
rossi che sembra abbracciarli. Non ho potuto non scattare. Ma, ironia della
sorte, cinque minuti prima mi stavo disperando perché la scheda della mia
macchina fotografica si era inceppata, non dava più segni di vita. In un attimo
avevo perso tutte le foto della giornata, volevo urlare. Ma quando ho visto
quella scena… ho strappato dal collo di Matteo la sua Canon, d’impeto. Doveva
essere mia. E così è stato. L’unico scatto salvato di quell’uscita in centro
era il più bello. E’ diventato la copertina di un libro (polacco) e ha vinto
anche il secondo premio ad un concorso. Sono affezionata a quella foto. C’è
tutto quello che cerco quando guardo nell’obiettivo: la spontaneità degli
scatti rubati, la celebrazione dell’amore e del sapersi godere la vita, la luce
calda che precede la sera.

(altro…)