• LA MAREA DI SETTEMBRE

    21 settembre 2018Francesca P.

    Settembre sta scivolando via come le maree che ho visto questo agosto in Normandia, quando si ritraggono piano e lasciano scoperta la sabbia. Millimetro dopo millimetro, l’acqua indietreggia e svela, rivela. Orme, legnetti, conchiglie, solchi, residui di qualcosa che vuole (re)stare lì e lasciare una traccia.

    Continue Reading
  • IN QUELLO CHE CRE(D)O

    17 settembre 2017Francesca P.

    Settembre raduna le mollette e sistema il filo, con l’aiuto di un righello per andar dritto, chè la mano tende a scivolare o un po’ in giù, come se perdesse l’equilibrio, o un po’ in su, come se avesse fretta di salire verso l’alto ad acchiappare chissà cosa.

    Continue Reading
  • UNA PARTITA ANCORA TUTTA APERTA

    5 giugno 2016Francesca P.

    È divertente scalare un pomodoro. Le pareti sono un po’ scivolose, ma si può far presa sulle pieghe come ci si arrampicasse su un albero con cautela. Una volta saliti in cima, ci si siede al centro di tutto, elevati quel tanto che basta per guardar(si) meglio.

    Continue Reading
  • UN SOLE SPEZIATO AL POSTO DELLA LUNA

    12 luglio 2015Francesca P.

    Con la macchina fotografica al collo sono a mio agio, come indossassi un vestito fatto su misura. Mi sento completa. E anche speciale, perchè possiedo un’arma magica, tipo un superpotere, che mi fa vedere altro-di più-meglio-oltre. 

    Continue Reading