Tag Archives: cacao

“O” COME CIAMBELLINE

img_2679

“O” come Oggi. Il momento presente, la strada sotto ai piedi, la valigia aperta, il sole che nasce, la messa a fuoco su quello che accade, il voglio e non il vorrei, la matita con la punta appena fatta, tutta la gamma di sfumature dell’afferrare, del prendere e dello stringere. Piano ma anche forte.  (altro…)


ADESSO CHE MI PRENDO PER MANO

IMG_7567

Mi piace l’incedere di questo autunno: sa essere delicato.

Bussa piano, con un “toc toc” lieve. Parla con un tono di voce pacato, come fosse seduto comodo e rilassato su un divano. Cammina senza accelerare il passo, non si preoccupa di arrivare in ritardo e sorride delle finestre ancora aperte. (altro…)


MOMENTI DI TRASCURABILE FELICITA’

L’odore di pane del primo mattino. Le passeggiate. Gli aperitivi con le
mani unte di arachidi. Il bis tanto atteso di un concerto. Quelli che aspettano
e guardano l’orologio e poi finalmente in fondo alla strada vedono chi
aspettavano. Le lacrime che scendono sui visi degli spettatori al cinema, le
risate di una sera a cena. Tutti i traslochi di una giornata, tutta la musica
che viene ascoltata. Uno che corre per arrivare prima che scada il tempo per
qualsiasi cosa. Le strade appena bagnate dal camion che le pulisce, il profumo
del giornale quando lo prendi tra le mani, le bocche impiastricciate dei
bambini quando hanno finito il gelato.


Tutti i sogni di una notte e il rumore della carta da regalo quando viene
scartata. Lo scatto della penna che vola più in alto possibile, come la
partenza di un missile.

(altro…)


UNA GIORNATA DA VIVERE BENE

.

 

Le
giornate libere che voglio vivere bene sin dall’inizio
cominciano lentamente, con un risveglio sottovoce e una carezza in più, con i
minuti che riposano sul cuscino intrecciati ai capelli e non hanno la minima
voglia di correre.

(altro…)


DOVE FINISCO IO INIZI TU

Quasi tutti gli incontri più importanti della mia vita sono stati
casuali, non programmati. Una mail arriva inaspettata in una delle notti più
fredde di quell’inverno, due strade si incrociano in un ascensore prima di
varcare la stessa soglia, due destini all’inizio distanti si ritrovano all’alba
del 2000 mano nella mano nella piazza più affollata d’Italia, la complicità di
un’estate che volge alla fine ma ha ancora la carta più bella da giocare. (altro…)